Centro Laser Ginecologico – Monnalisa Touch

Il Centro IMED di Asti in partnership con il  Centro Laser Ginecologico e convenzionato con la ASL da Dicembre 2016, permette ai pazienti di Asti e del comprensorio, di poter usufruire della Nuova metodica Monnalisa Touch per il trattamento delle principali patologie e disturbi da pre e post menopausa. In generale con la metodica Monnalisa Touch si possono trattare tutte quelle paziente che dopo la visita specialistica presentano quei disturbi specifici che possono essere trattati con ottimi risultati e tempi e costi contenuti. La principale patologia trattata è l’atrofia vaginale causa di importanti disagi del rapporto di coppia e di fastidiose sensazioni anche dolorose (dispareunia) causate dalla riduzione delle mucose vaginali. Per maggiori informazioni vi rimandiamo al sito Monnalisa Touch http://www.monnalisatouch.it/ e al sito http://www.atrofiavaginale.it/ relativo al  Centro Laser Ginecologico  IMED  di Asti.

PRP – Trattamenti con Plasma Piastrinico Arricchito

Dalla 2016 il centro IMED è accreditato presso il Centro Trasfusionale con autorizzazione regionale per la produzione e l’uso terapeutico del PRP (Platelet Rich Plasma) ovvero Plasma Piastrinico arricchito. I nuovi trattamenti sono estremamente innovativi così come la metodica, l’unica in Italia oggi con la massima tutela del paziente sia in termini di garanzie della concentrazione e quantità di piastrine conservate che in termini di sicurezza, il sistema chiuso infatti offre la massima sicurezza contro i rischi di contaminazioni e infezioni. Il sistema è stato validato dal Centro Trasfusionale di Alessandria uno dei centri di riferimento per il PRP più importanti d’Italia. Il concentrato piastrinico (PRP) può essere utilizzato a livello terapeutico con diverse finalità : terapia dei traumi o delle ridotte lesioni sportive terapia della caduta dei capelli per Alopecia androgenetica e Alopecia Areata trattamento rigenerativo delle lesioni postchirurgiche o post traumatiche trattamento post […]

I trattamenti dermatologici laser

Il laser CO2 Smartxide 2 in dotazione presso il centro iMED è la piattaforma più avanzata dal punto di vista tecnologico oggi disponibile sul mercato ed è un’eccellenza nel trattamento di tutte quelle patologie benigne cutanee fastidiose ed inestetiche. Permette di trattare macchie cutanee, piccoli fibromi, cheratosi, nevi benigni, siringomi , xantelasmi, verruche e tanto altro ancora con la massima attenzione al paziente. La rimozione avviene per vaporizzazione preservando la cute sana e riducendo al minimo il danno ai tessuti circostanti. Quasi tutti questi trattamenti vengono eseguiti senza anestesia con il massimo comfort del paziente grazie alla unità criogenica che raffredda la cute riducendo al massimo la percezione del laser. I tempi di ritorno alla vita sociale sono quasi immediati e il paziente spesso, può immediatamente vedere il risultato finale.  

Corso Gild-FTP 2014

Si è svolto nei giorni di Venerdì 3 e Sabato 4 Ottobre il corso annuale di formazione specialistica rivolto ai medici che già utilizzano i laser e a quelli che hanno iniziato da poco e che vogliono approfondire e migliorare le terapie laser e i trattamenti seguendo quelle che sono le ultime indicazioni cliniche sull’uso dei principali laser in commercio. Il corso si è sviluppato su tra approfondimenti principali: – l’uso del laser CO2 a 10600 nm sia frazionato che ablativo per il trattamento delle piccole patologie dermatologiche e per il trattamento di cicatrici traumatiche, chirurgiche o acneiche. Sono stati anche presentati studi sull’uso associato di laser Co2 (con modulazione di emissione), di Dye Laser e di PRP con risultati entusiasmanti anche sui bambini e su casi particolari di angiomi o postumi di interventi chirurgici molto importanti. – l’uso del laser Nd-yag 1064 ad impulso […]

Le lesioni vascolari

Il trattamento con laser e/o luce pulsata delle lesioni vascolari si basa sulla teoria della fototermolisi selettiva. Le grandezze che devono essere prese in considerazione sono: la lunghezza d’onda la durata degli impulsi la fluenza il calibro e la profondità dei vasi L’emoglobina è il più importante cromoforo presente nel sangue. A seconda della lunghezza d’onda l’assorbimento da parte dell’emoglobina e di altri cromofori cambia, determinando una diverso effetto sulla cute e sui vasi. Il picco di assorbimento dell’emoglobina a 418 nm non permette, ad esempio, il trattamento di anomalie vascolari del derma profondo a causa della scarsa penetrazione nell’epidermide per l’elevato assorbimento competitivo della melanina. Se infatti è presente più di un cromoforo l’assorbimento dell’energia verrà suddiviso approssimativamente in relazione ai diversi coefficienti di assorbimento a quella determinata lunghezza d’onda. Un cromoforo come la melanina può ostacolare l’assorbimento da parte dell’emoglobina situata nei vasi […]